CENTRO ASSISTENZA RIPARAZIONI COMPUTER, CELLULARI SMARTPHONE E STAMPANTI A TORINO

Fixit Informatica - GUIDE

Acquistare un telefono usato senza incorrere in una truffa

Acquistare un telefono usato senza incorrere in una truffa

Ecco i consigli di Fixit Informatica.

Hai visto un telefono usato che ti interessa e vorresti acquistarlo? Come fai a essere sicuro di non incorrere in una truffa? Non necessariamente questo pericolo si nasconde solo sui siti di acquisti on-line, si può incorrere in una truffa anche tramite l’acquisto di persona.
Oggi noi della Fixit Informatica di Torino ti daremo dei consigli su come fare, in linea di massima, a capire se puoi fidarti e acquistare il telefono oppure se è meglio che tu sia cauto e rinunci alla presunta occasione.

Questa guida riguarda l’acquisto di telefoni, ma i principi base vanno bene per tutti gli acquisti di beni usati che vorrai fare.
In che tipi di truffa puoi incorrere nell’acquisto di un cellulare?
Fondamentalmente ci sono cinque tipologie:

  • Vendita di telefoni con blocco operatore per pagamento rate non completato
  • Vendita di telefoni rubati o smarriti
  • Vendita online di telefoni senza che poi il venditore spedisca l’oggetto
  • Vendita di telefoni rotti o difettosi
  • Vendita di telefoni cloni o imitazioni

Analizziamole tutte nel dettaglio:

Vendita telefono con blocco operatore.
È la truffa del momento: il truffatore mette in vendita telefoni precedentemente acquistati dagli operatori telefonici (Tim, Vodafone ecc.) con modalità di pagamento rateale.  Forse non lo sai, ma oggi si può avere uno smartphone di ultima generazione e invece che pagare subito la cifra elevata, il gestore telefonico offre un pagamento dilazionato in rate della durata di uno, due o più anni. In questo modo a fronte di una spesa iniziale irrisoria si può avere nelle mani un telefono dal valore economico di diverse centinaia di euro. Il truffatore lo rivende dopo pochissimo tempo senza aver pagato le rate e guadagna più del valore della rata versata e, in base alla sua bravura, può arrivare a guadagnare poco meno del valore del telefono da nuovo. L’operatore, a seguito di solleciti nel pagamento delle rate, blocca la possibilità di inviare o ricevere telefonate.  Fai attenzione perché è possibile che il blocco operatore avvenga anche a distanza di giorni o settimane dall’acquisto del telefono.

Vendita di telefoni rubati o smarriti.
È quando il truffatore trova un telefono magari per terra o dimenticato in un locale e, invece di restituirlo, cercare di contattare il proprietario o fare denuncia di ritrovamento presso le autorità competenti, decide di appropriarsene e venderlo facendo finta che sia il legittimo proprietario e che lo abbia regolarmente acquistato. Lo stesso procedimento avviene con i telefoni rubati solo che in più c’è l’aggravante del reato di furto.

Vendita online di telefoni senza che il venditore spedisca l’oggetto.
In questo caso il truffatore mette in vendita telefoni principalmente di ultima generazione, si mette d’accordo con l’acquirente per il prezzo, si fa pagare anticipatamente tramite carte prepagate, ad esempio Postepay, e poi dopo aver ricevuto i soldi, “sparisce” senza spedire il telefono. Devi fare molta attenzione a questo tipo di truffa e non usare mai Il metodo di pagamento Postepay; piuttosto scegli tipologie che ti diano un minimo di garanzia come ad esempio PayPal.

Vendita di telefoni rotti o difettosi
Si ha quando il truffatore mette in vendita un telefono facendo finta che sia tutto perfettamente funzionante, ma in realtà nasconde difetti o vizi occulti. È buona norma, quando acquisti un telefono, provare tutte le sue funzioni! Se possibile chiedi anche la storia del telefono, ad esempio quando è stato acquistato e se è mai andato in assistenza.

Vendita di telefoni cloni o imitazioni
Si tratta della vendita da parte del truffatore di telefoni non originali ma di imitazioni, spacciandoli per originali. In questi casi non sempre è facile accorgersi del pericolo, perché spesso le imitazioni sono ben fatte e i telefoni dall’esterno sono praticamente uguali agli originali. Per accorgerti della truffa devi far ricorso al tuo sesto senso e cercare di capire il pericolo dagli eventuali segnali che può lanciare il truffatore, dal prezzo di vendita e del comportamento del venditore durante la trattativa di vendita. E soprattutto verifica l’Imei tramite www.imei.info o siti simili.


I principali siti dove acquistare telefoni usati sono Ebay, Amazon, Subito.it, Facebook.
Come fai a tutelarti su questi siti?
Per Amazon ed Ebay non fare mai acquisti al di fuori del circuito. Se il venditore ti contatta e ti propone uno sconto, magari per non pagare le commessioni ad Amazon ed Ebay, diffida perché non sei tutelato e in caso di truffa non ti rimborserà nessuno.

Esempio:
Acquistare un telefono usato senza incorrere in una truffa amazon
Qui vediamo su Amazon due cose importanti: la prima è che il venditore è nuovo, la seconda che, già nell’inserzione, il venditore chiede di essere contattato esternamente al circuito Amazon via email. Due buoni motivi per non acquistare da questo venditore e capire che si tratta di una probabile truffa. In questi casi devi segnalare subito l’annuncio ad Amazon.

Per gli altri siti, come Subito.it e Facebook, vigono le regole base:

  • Diffida dei prezzi troppo bassi, nessuno ti regala niente!
  • Per quanto possibile, fatti dare la scatola originale del prodotto e verifica che i numeri di serie e Imei stampati su di essa corrispondano a quelli del telefono. Forse non lo sai ma esistono mercati di vendita di scatole vuote!
  • Soprattutto se è un telefono uscito sul mercato da poco, fatti dare lo scontrino d’acquisto, ti servirà anche per poterti avvalere della garanzia nel caso di malfunzionamento nel corso dei 2 anni previsti per legge. Diffida da chi ti dice che l’ha perso.
  • Per gli acquisti fatti di persona, accertati di poter provare il telefono in tutte le sue parti, compresi fotocamere, wifi, gps e ovviamente parte telefonica. Diffida se l’utente ha fretta di vendere o se ti fa vedere il telefono con batteria scarica che non permette i test. Porta la tua sim e fai una prova chiamando un amico.
  • Non pagare mai con ricarica Postepay o con altre carte prepagate, e diffida se il codice fiscale della persona a cui versi i soldi non corrisponde a quello della persona che sta vendendo. Evita in genere di acquistare con pagamento anticipato e per quanto possibile prediligi lo scambio a mano. Se proprio non puoi, allora trasferisci i soldi con PayPal, con la modalità che offre pagamento beni/servizi per avere una garanzia in più.
  • Fate una scrittura privata di cessione di beni nella quale siano presenti tutti i dati anagrafici del venditore. In caso di problemi potrebbe esserti utile doverlo rintracciare!
  • Controlla se esistono feedback sul venditore, cercando su google il suo nome, il suo numero di telefono o il suo indirizzo e-mail. Su facebook controlla il profilo dell’utente.
  • In ultimo, soprattutto per le ragazze, se è stato scelto lo scambio a mano, fatti accompagnare e fissa incontri in luoghi pubblici, frequentati da persone e in orari adeguati.

Detto questo ti auguriamo buoni acquisti, e se hai dubbi non esitare a contattarci, se possiamo esserti aiutarti lo faremo volentieri; Inoltre ti invitiamo ad andare sul nostro sito www.fixitinformatica.it e leggere le nostre altre guide, troverai sicuramente consigli utili!

Se l’articolo ti è piaciuto o siamo riusciti ad aiutarti, condividilo e metti un mi piace sulla nostra pagina facebook;